Preghiere

Preghiera di S. Tommaso Moro
per avere il buonumore
(31 dicembre 2014)

_______________________

Cena di Natale a casa di Giuseppe
24 dicembre 2014
Pensieri di Papa Francesco

_________________

Signore, fammi uno strumento della tua pace! Dove vi è odio fammi seminare amore; dove vi è offesa, perdono;  dove vi è dubbio, fede; dove disperazione, speranza; dove vi sono le tenebre, luce; dove vi è tristezza, gioia.

O Divino Maestro, concedi ch’io possa non tanto cercare di essere consolato, quanto possa consolare; Cerchi di essere compreso, quanto possa comprendere; cerchi di essere amato, quanto possa amare; poiché è nel dare che noi riceviamo; è nel perdonare che noi veniamo perdonati ed è nella morte che noi nasciamo alla vita eterna.

——————————————

Ich wollte, mein Gott, Staerke, um Erfolg zu haben; Du gabst mir das Kreuz meiner Krankenheit,um bessere Dinge zu tun,
Du gabst mir Schwaeche, um zu lernen, Dir zu vertrauen.
Ich wollte, mein Gott, Gesundheit, um grosse Dinge zu tun;
Du gabst mir das Kreuz meiner Krankheit um bessere Dinge zu tun.
Ich  wollte, mein Gott, Reichtum, um gluecklich  zu sein;
Du gabst mir Armut, um weise zu sein.
Ich wollte, mein Gott, Macht, um von Menschen bewundert zu werden; Du gabst mir Schwachheit, um zu verstehen, dass ich Dich brauche.
Ich wollte, mein Gott, Freundchaft, um nicht allein zu sein;
Du gabst mir ein Herz, um alle Menschen zu lieben.
Ich wollte, mein Gott, alles um ein frohes Leben zu haben;
Du gabst mir Leben, um mich an der Welt zu erfreuen.
Ich habe Nichts bekommen,
was ich von Dir wollte!
Aber ich habe alles bekommen,
was ich insgeheim erhoffte.
Gleichsam gegen meinen Willen mein Gott,
wurde mein Gebet unausgesprochenes gebet
von Dir  erhoert.
Danke, mein Gott, danke.

————————————-

LA BONTÁ

Non permettere  mai che qualcuno venga a te e vada via senza essere  migliore e più contento.

Sii l’espressione della bontà di Dio. Bontà sul tuo volto e nei tuoi occhi,bontà nel tuo sorriso e nel tuo saluto.

Ai bambini, ai poveri e a tutti coloro che soffrono nella carne e nello spirito, offri sempre un sorriso gioioso.

Dai a loro non solo le tue cure,ma anche il tuo cuore.

Madre Teresa di Calcutta

____________________________

EscaleraCITTÀ DI SANTA FE’, STATO NUOVO MESSICO, STATI UNITI
C’È UN MISTERO CHE DURA GIÀ DA 130 ANNI  E CHE ATTRAE ALL’INCIRCA 250.000 VISITATORI ALL’ANNO. DESTINAZIONE :CAPPELLA LORETO.
CIO’ CHE RENDE QUESTA CAPPELLA DIVERSA DA TUTTE LE ALTRE È IL MIRACOLO DELLA SUA SCALA.
LA CAPPELLA FU COSTRUITA ALLA FINE DEL SECOLO XIX. QUANDO FU TERMINATA LE SUORE (non si dice di quale convento) SENTIRONO LA MANCANZA DI UNA SCALA CHE PORTASSE AL SECONDO PIANO.
ESSE PASSARONO NOVE GIORNI PREGANDO SAN GIUSEPPE, CHE ERA STATO UN FALEGNAME. L’ULTIMO GIORNO UNO SCONOSCIUTO BUSSÒ ALLA PORTA DELLA CAPPELLA. DISSE CHE ERA UN FALEGNAME E CHE AVREBBE VOLUTO COSTRUIRE LA SCALA.
EGLI COSTRUÌ SENZA L’AIUTO DI NESSUNO LA SCALA CHE È UN’OPERA D’ARTE DI FALEGNAMERIA.
NESSUNO SA COME LA SCALA SIA SOSTENUTA, DATO CHE NON HA UN SUPPORTO CENTRALE.
POI IL FALEGNAME, CHE NON USÒ NÈ CHIODI NÈ COLLA PER COSTRUIRE LA SCALA, SPARÌ SENZA LASCIARE TRACCIA E NON ASPETTÒ DI ESSERE PAGATO.
NELLA CITTÀ DI SANTA FE’ NACQUE UNA LEGGENDA CHE INDUSSE A CREDERE CHE IL FALEGNAME FOSSE VERAMENTE SAN GIUSEPPE INVIATO DA GESÙ CRISTO PER RISPONDERE ALLE SUPPLICHE DELLE SUORE. DA ALLORA LA SCALA FU CHIAMATA “LA MIRACOLOSA” E SI TRASFORMÒ IN OGGETTO DI PELLEGRINAGGIO.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...